News

DUE NUOVI BANDI FONDAZIONE CARIPLO


Segnaliamo due bandi della Fondazione Cariplo attualmente aperti:

Per tutte le informazioni aggiuntive restiamo a disposizione.

Maggiori informazioni al LINK.



HEALPS Project: CALL FOR TENDERS


“Recording, mapping and medical-scientific analysis of health-promoting resources in the Alpine region”

Austrian partner of HEALPS project “Technology Transfer Salzburg GmbH (ITG)” published a Call for Tenders for “Recording, mapping and medical-scientific analysis of health-promoting resources in the Alpine region” activity.

Text of the call at LINK

 

The service is part of the work package 2 of the ARPAF project “HEALPS – Healing Alps: Positioning the Alpine region as globally attractive health promoting place”. The goal of this project is the positioning of the Alpine Space as a health-promoting living and recreation space. The project results should provide the basis for valorisation of the alpine region through natural and evidence-based health tourism offers. The project will be implemented in an interdisciplinary European partner network within 18 months (January 2018 to July 2019).

Description of the subject matter:
Due to its natural conditions, the Alpine region has enormous potential to make its natural resources and environmental factors usable for health tourism. Product truth, an evidencebased customer benefit in the sense of a measurable health success as well as alpine authenticity is essential prerequisites. In this project health-promoting specific alpine resources should be collected, medically and scientifically analyzed and edited.

The following steps are to be carried out by the successful bidder:
– Identification of specific natural Alpine resources in terms of their health and health tourism potential. The focus is on the entire Alpine region. The goal is the identification 20 of alpine resources. Both the medical impact and health tourism potential should be described
per resource.
– Medical-scientific characterization of the identified resources with regard to their effect on human health and specific indications.
– Development of a checklist to identify and characterize potentially health promoting tourism products and services based on the identification of natural Alpine resources.
– Collection and analysis of health-tourism-integrated methods that support the measurement of results of health-promoting interventions.
The working language of the project consortium is English. All analyzes and results should be prepared accordingly in English. It is envisaged that the successful bidder will participate in project meetings of the project consortium. 3 2-day sessions and monthly Skype meetings will be scheduled annually alternately in Austria, Italy and Switzerland. It is planned that the service will be completed by the end of 2018.
In recent years, the Lead partner has been a project partner in regional, national and cross-border health tourism projects. Project results can be made available upon request. Interested parties are expected to have relevant references, expertise and experience, especially in the following areas:
(1.) Evidence-based, indication-specific health tourism
(2.) Health Resources Assessment
(3) Implementation of EU projects under European Structural Funds (ERDF, ESF, EULER) as external contractor or project partner.



TITTAN Workshop: il TAV si presenta


Il 6 e 7 febbraio a Dresda si è tenuto il workshop conclusivo della prima fase del progetto Interreg Europe TITTAN. Il progetto mira a fare condivisione di Best Practices sul tema dell’invecchiamento attivo coinvolgendo diversi paesi d’Europa.

Regione Lombardia, rappresentata da Fondazione Ricerca Regionale Biomedica (FRRB), ha voluto coinvolgere la Fondazione in virtù delle competenze del proprio partenariato e dei diversi progetti sviluppati sul tema.

FRRB, riconoscendo il valore del Cluster e le potenzialità del modello Cluster come aggregatore di Stakeholder, ha voluto coinvolgere la Fondazione in due momenti distinti:

  • La In Situ Visits dello scorso 18 dicembre
  • Il Workshop di Dresda del 6-7 febbraio

Entrambi questi momenti hanno avuto lo scopo di fare networking internazionale sul tema dell’invecchiamento attivo, permettendo alla Fondazione di farsi conoscere e di far conoscere le attività e le progettualità in cui i propri partner sono attivi.

WORK SHOP, DRESDA, 6-7 FEBBRAIO

Durante il Workshop la Fondazione ha presentato il partenariato e le proprie attività al gruppo di lavoro dimostrando come il suo approccio a quadrupla elica risulti strategico per la creazione di catene di valore in grado di operare efficacemente sul tema dell’invecchiamento attivo ma non solo.

L’approccio a quadrupla elica è stato riconosciuto anche da Regione Lombardia e considerato fattore di premialità nell’ottenimento del riconoscimento internazionale a Reference Site 3 stelle di Regione Lombardia.

Questo approccio evidenzia come per massimizzare la crescita economica di un territorio sia di fondamentale importanza coinvolgere i differenti stakeholder del processo produttivo, e nello specifico: Istituzioni, Mondo della Ricerca, Aziende, Associazioni di cittadini. Tutte queste anime sono rappresentate all’interno del partenariato della Fondazione grazie alla complementarietà del partenariato.

La fondazione ha quindi presentato le attività dei propri tavoli di lavoro e le tematiche di maggiore interesse del partenariato per poi concludere con alcuni esempi di progetti nati all’interno del partenariato o sviluppati da esso.

Tra i progetti presentati è stato portato anche il progetto [email protected], in cui la Fondazione ha un ruolo attivo nella dissemination di progetto.

Le attività della Fondazione e il progetto [email protected] hanno incontrato l’interesse dei partner del progetto TITTAN. Questa attività di condivisione di Best Practice e di collaborazione con FRRB ha in definitiva, l’obiettivo strategico di individuare nuovi canali di finanziamento e nuovi partner con cui poter sviluppare ulteriori progetti a favore della popolazione Europea.



Pilot MEDTECH, incontro a Lione del gruppo di lavoro


Lo scorso 7 febbraio la Fondazione Cluster TAV ha partecipato al primo incontro del 2018 del gruppo di lavoro del Pilot Vanguard MEDTECH.

L’INIZIATIVA VANGUARD

L’iniziativa Vanguard vuole promuovere un nuovo approccio a supporto dell’internazionalizzazione e a favore della competitività del settore industriale Europeo. L’approccio è basato sulla creazione di un solido network tra regioni (e Cluster) europei che insieme devono:

  • Trovare obiettivi comuni e trovare complementarità
  • Mappare e comprendere capacità e competenze delle rispettive industrie regionali
  • sviluppare piani d’azione strategici congiunti per creare massa critica e di conseguenza
  • allineare le strategie di investimento locali

L’obiettivo di questo approccio è la creazione di “piattaforme di specializzazione intelligente interregionale”.

IL PILOT MEDTECH

Il Pilot Medtech si focalizza sul settore industriale delle tecnologie medicali considerato strategico a livello europeo e in continua espansione. Per Tecnologie Medicali si intendono tutti quei dispositive medici, diagnostici, di imaging e di e-health utilizzati per diagnosticare, monitorare, identificare predisposizioni genetiche e curare pazienti che soffrono di un ampio spettro di condizioni mediche.

LIONE, 7 FEBBRAIO 2018

L’incontro dello scorso 7 febbraio, partendo dai risultati del MedTechMappingTool (Survey a cui la Fondazione ha partecipato grazie ai contributi dei partner presenti all’incontro del WG1 Tecnologie per la Continuità di Cura dello scorso Novembre) ha individuato tre aree tematiche di possibile collaborazione tra i partner del pilot:

  • Connected Health
  • Biomaterial and Implants
  • Medical devces & imaging

Queste aree saranno oggetto di approfondimento tematico all’interno dei partner del Pilot.



Kick-off meeting progetto HEALPS


Si è tenuto lo scorso 21/22 gennaio 2018 il kick off meeting del progetto HEALPS, primo progetto Europeo che vede la Fondazione Cluster TAV coinvolta direttamente come partner di progetto.

 

 

 

 

 

 

La partecipazione al progetto è un primo importante risultato del processo di consolidamento della Fondazione. Solo grazie all’acquisizione di personalità giuridica, infatti, è stato possibile entrare a far parte del partenariato del progetto.

LA CALL

Da quando la Macrostrategia Alpina EUSALP è stata lanciata i diversi Action Groups e il Comitato Esecutivo EUSALP hanno identificato una serie di temi e questioni che necessitano di ulteriori e approfondite indagini per definire le azioni a favore della crescita del contesto alpino.

Per questo motivo il Parlamento Europeo ha stanziato 2 milioni di euro nel 2017 che sono stati utilizzati per indire la call ARPAF, bando dedicato agli Action Group EUSALP per l’attuazione di azioni preparatorie in grado di fornire  il contesto su cui poi poggiare le azioni future del programma EUSALP.

Alla call hanno partecipato tutti e 9 gli AG EUSALP ma solo 5 progetti ( al LINK i progetti vincenti) hanno ottenuto il finanziamento. Tra questi il progetto HEALPS – Alpine Health Tourism – Positioning the Alpine region as globally attractive health promoting place, di cui la Fondazione è partner.

IL PROGETTO

Il progetto HEALPS, di cui una scheda di sintesi scaricabile al LINK, persegue lo scopo di andare a sviluppare una una serie di evidenze e toolset per il posizionamento della regione alpina come luogo d’eccellenza  per la promozione della salute. Per farlo il progetto vuole promuovere la valorizzazione delle risorse naturali del contesto alpino attraverso un approccio scientifico validato che attesti la loro efficacia sullo stato di salute delle persone. L’analisi scientifica delle risorse naturali del contesto alpino verrà corredata da uno studio delle necessità e degli interessi dei principali stakeholder coinvolti e da un overview delle tecnologie attualmente disponibili per l’analisi e la visualizzazione dei dati delle risorse naturali.

Il progetto, nato all’interno del Subgroup Health Tourism dell’AG2 EUSALP (per un approfondimento rimandiamo al LINK sulla pagina del TAV) fornirà quindi delle linee guida che saranno poi utilizzate come base per la creazione di futuri bandi.



Consultazione pubblica sulla Politica di coesione dopo il 2020


Nel 2018, la Commissione Europea presenterà delle proposte globali per la prossima generazione di programmi finanziari nell’ambito del quadro finanziario pluriennale post-2020, che è il bilancio a lungo termine dell’UE.

A tal proposito lo scorso 10 gennaio 2018, la Commissione Europea ha lanciato una consultazione pubblica per raccogliere osservazioni e pareri da parte dei soggetti interessati sulle priorità della futura Politica di coesione dell’Unione Europea. Gli esiti della consultazione saranno presi in considerazione al momento di elaborare proposte globali per il quadro finanziario pluriennale post 2020 e per la prossima generazione di programmi finanziari.

Tutti i cittadini possono partecipare fino a giovedì 8 marzo 2018 cliccando qui.

Tra i settori interessati dalla consultazione citiamo: Regional policy, Inclusione sociale, Istruzione e formazione professionale, Ricerca e innovazione, Imprese e industria.



Giornata di Studio: I driver dell’eco innovazione: green economy, economia circolare e politiche energetiche


Milano | Auditorium, UniCredit Pavilion – Piazza Gae Aulenti 10 – Martedì 27 febbraio 2018, ore 9.30

Con piacere segnaliamo l’iniziativa del partner della Fondazione Cluster TAV, relativa al Premio Sapio per la Ricerca e l’Innovazione. Un evento scientifico che da 16 edizioni si impegna a favore della ricerca e dell’innovazione nel nostro Paese; e lo fa assegnando premi ai ricercatori, organizzando giornate di studio, promuovendo l’incontro tra Istituzioni, mondo accademico e mondo produttivo.

.. read on